Superare la crisi del mercato immobiliare è possibile, come affittare prima il proprio appartamento eliminando l’Imu e riducendo la cedolare secca

Eliminare l'Imu e risparmiare Irpef  o cedolare secca sugli immobili in affitto

Eliminare l’Imu e risparmiare Irpef o cedolare secca sugli immobili in affitto

E’ Possibile superare la crisi del mercato immobiliare, affittando prima il proprio appartamento attraverso l’eliminazione dell’Imu e la riduzione della cedolare secca?

E’ di questi giorni la lunga ed estenuante trattativa del nuovo governo sul tema dell’eliminazione dell’Imu sulla prima casa.

Il problema della prima casa sembra diventato vitale, ma pare non interessi invece a nessuno quello delle seconde case, quelle che danno reddito a chi ha investito nel mattone. Ora non sta a me rispondere se sia giusto togliere a tutti la tassazione sulla prima casa, che di per se è già ridotta rispetto alle altre case, ma di certo il problema, di chi ha un immobile in cui ha investito i propri risparmi per trarne un reddito, che si vede tassare pesantemente dall’imu prevista per le seconde abitazioni, è un problema che riguarda tante persone ed i loro investimenti che inevitabilmente sono crollati di valore; e del problema delle seconde abitazioni nessuno pare preoccuparsi al governo, anzi andrà probabilmente a finire che, per eliminare l’imu prima casa anche a chi abbia appartamenti di tutto rispetto, si finirà con l’aumentare ulteriormente la tassazione dei proprietari di seconde case che quindi vedranno diminuire il proprio reddito (per chi li ha a reddito) e lo stesso valore del proprio appartamento.

Che cosa fare allora per mitigare l’Imu sulle seconde case? e che cosa fare per ridurre altresì l’importo della cedolare secca, che da un momento all’altro potrebbe aumentare, e a cui non tutti possono, peraltro,  aderire?

Dalle soluzioni a questi problemi nasce anche la soluzione alla attuale crisi del mercato immobiliare e degli affitti in particolare, la crisi economica ha portato molti inquilini a non poter pagare i prezzi di prima, ma le alte tasse impediscono ai proprietari di abbassare a sufficienza i canoni, ed il risultato è un mercato sostanzialemente fermo.

Una più equa tassazione permetterebbe ai proprietari di ridurre i canoni e di trovare rapidamente un conduttore.

Ma una più equa tassazione con il contratto di locazione come è oggi configurato non è possibile, salvo  voler rischiare, non registrando il contratto o registrandolo a un prezzo più basso, ma tutto ciò oltre a comportare oggi notevoli rischi non risolve affatto il problema dell’Imu!!

Sebbene la stragrande maggioranza delle persone non lo sappia la locazione non è l’unica soluzione per mettere a reddito il proprio appartamento (si legga al riguardo Come risparmiare imu e irpef sui tuoi immobili) , ne esistono infatti altre molto più sofisticate ed ovviamente molto meno diffuse (se si diffondessero troppo probabilmente il legislatore interverrebbe per renderle meno convenienti) che consentono di risparmiare non solo gran parte della cedolare secca (o dell’irpef per chi non aderisce al regime della cedolare) ma anche la stessa carissima Imu seconda casa!!!

Soluzioni che, oltre ad essere perfettamente legali, hanno anche altri enormi vantaggi, quale tra gli altri quello di poter prevedere una durata contrattuale differente da quella del classico contratto di locazione (si veda ad esempio al riguardo il seguente articolo “Affitto: strategie in tempi di crisi economica per evitare la morosità”).

In questo modo i proprietari, potendo aumentare il proprio reddito di oltre il 50%, potranno scegliere anche un canone un po’ più basso che gli consenta di trovare un conduttore in tempi brevissimi, e potranno altresì scegliere, se ne sentono l’esigenza, un periodo contrattuale più breve, nella speranza che nel giro di pochi anni la situazione del mercato migliori e quindi anche i canoni di mercato.

Se pensate che di non avere fretta e vi chiedete perchè non dovreste rimandare la soluzione del vostro problema date un occhio a questo articolo che vi chiarirà molti dubbi e domande “Perchè chiedere una consulenza quanto prima”

Se vuoi calcolare l’IMU prima o seconda casa per il tuo immoblile vista questo link Calcolo Imu

Se vuoi risparmiare contattaci!!

 

Oltre che consulenze in studio offriamo la possibilità, per i non residenti nella regione, di consulenze in videoconferenza, di consulenze scritte per il singolo caso con indicazione delle possibili soluzioni alternative, o infine una breve (ed economicissima) relazione scritta con le varie soluzioni possibili in astratto per chi volesse farsi un’idea preventiva delle possibili soluzioni contrattuali adottabili.

Per l’assistenza e la stipula di contratti siamo domiciliati anche a Milano, Roma e Brescia

La sede principale dello Studio Legale è in Napoli alla Via Guantai Nuovi 16

Tel. +39 081 4206164 – Fax +39 081 0105891   Mobile +39 340 5009682

Milano – Via F. Reina, 28 Tel. +39 02 87198398 Fax +39 02 87163558

Brescia – Via Aldo Moro, 13 (Palazzo Mercurio)  Tel. +39 030 7777136 

E-mail:

[email protected]

posta certificata [email protected]

 

Se non sei soddisfatto del tuo agente immobiliare collaboriamo anche con un’agenzia immobiliare specializzata in soluzioni contrattuali alternative per offrirti la possibilità di piazzare prima e meglio il tuo immobile!!

 

E’  possibile chiedere un Preventivo Gratuito, inviando una E-Mail all’indirizzo [email protected] . La mail avente ad oggetto “richiesta preventivo” è opportuno contenga, gli estremi del proprietario, quelli dell’immobile (almeno la rendita catastale, la categoria e il comune di ubicazione), il tipo di uso che si adatta all’immobile (abitativo, studio professionale, commerciale), lo stato attuale dell’immobile (libero o locato), il canone mensile di locazione (pagato o che si pensa di chiedere), e una succinta descrizione della questione.

 

Sarete ricontattati e vi indicheremo, quantificandolo nel dettaglio, il possibile  risparmio fiscale (lo studio non effettua consulenze se non vi è concreta possibilità di ottenere benefici per il proprietario), i tempi e costi del vostro sfratto (offriamo anche  la possibilità di sfrattare gratuitamente ai clienti che si affideranno allo studio per la stesura del nuovo contratto  e la ricollocazione dell’immobile liberato) le modalità, la quantificazione e l’eventuale acconto possibile sul vostro Risarcimento o la risposta a qualunque altra questione avrete posto.
.

Avv. Edgardo Diomede d’Ambrosio Borselli

risparmio imu

confronta il risparmio di Imu e cedolare su una seconda casa affittata

One thought on “Superare la crisi del mercato immobiliare è possibile, come affittare prima il proprio appartamento eliminando l’Imu e riducendo la cedolare secca

  1. Seguici anche su Twitter

Comments are closed.