La vendita senza incanto

Vendita senza incanto

La Vendita senza incanto

La vendita senza incanto è diventata dopo la riforma dell’art. 569 cpc ad opera del dl 132/2014 convertito nella legge 162/2014 (decreto di riforma della Giustizia) la procedura prioritaria per l’aggiudicazione di un immobile messo all’asta.

Nella vendita senza incanto i partecipanti (chiunque tranne il debitore) potranno presentare la propria offerta (personalmente o a mezzo di procuratore) in busta chiusa presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari o la Cancelleria Fallimentare competente (in caso di vendite fallimentari) o più spesso, se, come il più delle volte ormai accade, sia stato  delegato un professionista, presso l’ufficio del professionista stesso solitamente entro le 12 del giorno lavorativo antecedente alla vendita (Il luogo e l’orario ultimo di presentazione dell’offerta deveno essere sempre verificati nell’ordinanza di vendita ).

Essendo l’offerta  segreta ed irrevocabile non dovrà essere apposta alcuna indicazione da parte dell’offerente sulla busta.

L’offerta 

L’offerta deve contenere:

  1. nome, cognome,  luogo, data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile e recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile (non si potrà intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta, salvo il caso di offerta a mezzo di procuratore) il quale dovrà presentarsi all’udienza fissata per la vendita; se chi fa l’offerta è coniugato in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere comunicati anche i dati del coniuge; se chi fa l’offerta è un minore, la stessa dovrà essere sottoscritta dai genitori previamente autorizzati dal giudice tutelare; se chi fa l’offerta agisce in rappresentanza di un altro soggetto, dovrà allegare  la procura o l’atto di nomina che giustifichi i poteri;
  2. i dati identificativi dell’immobile per il quale si offre; l’indicazione del prezzo offerto, (che non può ovviamente essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita);  la dichiarazione espressa di aver preso visione della perizia di stima.
  3. l’offerta non è efficace se l’offerente non presta cauzione, con le modalità stabilite nell’ordinanza di vendita, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui offeto.

All’atto del deposito dell’offerta il cancelliere o il professionista delegato (ormai quasi sempre il secondo) provvederanno ad annotare sull’esterno della busta : il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito (che può essere anche persona diversa dall’offerente); il nome del Giudice o in caso di delega, il nome del professionista delegato, e la data di vendita.

Modalità di Aggiudicazione

Le buste sono aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte alla presenza degli offerenti.

  1. Il bene verrà aggiudicato a chi avrà effettuato l’offerta più alta; (in caso di gara l’entità del rilancio dovrà essere conforme a quanto espressamente indicato nell’ordinanza di vendita).
  2. L’aggiudicazione è definitiva se l’offerta è superiore di un quinto al valore di stima dell’immobile (in caso contrario il giudice potrebbe teoricamente dar luogo all’incanto nel caso assai improbabile che ritenesse possibile con tale sistema di vendita raggiungere un prezzo superiore al 50% di quello di stima).
  3. Nel caso di più offerenti (e che non si sia raggiunto il prezzo superiore di un quinto al valore di stima dell’immobile indicato sub n. 2) viene indetta una gara tra gli stessi che ha come base d’asta il valore dell’offerta più alta presentata.

In caso di aggiudicazione l’aggiudicatario è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nei tempi e con le modalità indicate  nell’ordinanza.

In caso di inadempimento, l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà la cauzione versata a titolo di multa ai sensi dell’art. 587 cpc e se la nuova aggiudicazione dovesse essere inferiore, considerata anche la cauzione confiscata al prezzo di quella cui lo stesso non ha adempiuto ai propri obblighi, l’aggiudicatario inadempiente sarà tenuto pure al pagamento della differenza!!!

Se volete acquistare, avete intenzione di investire nel mercato immobiliare in un momento in cui è così basso (comprare  in un mercato depresso piuttosto che in uno che sta ai massimi livelli è una delle elemetari regole di ogni investitore professionista) e  state cercando la miglior strategia per i vostri Investimenti immobiliari, rivolgetevi a noi per una consulenza – tenendo presente che  in sede di consulenza studiamo i singoli casi concreti e tutte le possibili soluzioni alternative, sia al livello contrattuale che fiscale (potendovi offrire infinite opportunità di risparmio fiscale sia al momento dell’acquisto che in quello successivo della messa a reddito dell’immobile, si legga al riguardo per approfondire l’argomento l’articolo “Investimenti immobiliari regole e suggerimenti per fare profitto ”).

Se invece siete soggetti ad una esecuzione immobiliare, la vostra casa è andata all’asta e state cercando il miglior modo di evitare la vendita leggete “Opposizione all’esecuzione immobiliare, il rispetto della procedura e la tutela del diritto all’abitazione”

La conoscenza approfondita e specialistica del diritto immobiliare, in cui questo studio si è specializzato (siamo probabilmente l’unico studio che opera sull’intero territorio nazionale ad occuparsi solo ed esclusivamente di diritto immobiliare come può evincersi dalla lettura della nostro sito web alla pagina Chi Siamo) ci consente di far ottenere ai nostri clienti , tutte le opportune ed adeguate tutele, sia in sede giudiziale che stragiudiziale, sia in sede di asta che in caso di investimento sul mercato ordinario, anche di fronte a questioni che possano apparire estremamente complesse.
Per approfondire anche la secolare la storia dello studio si legga la pagina  “Lo Studio – Avvocati dal 1880″
Per  qualunque questione attinente al settore immobiliare è  possibile chiedere un Preventivo Gratuito, inviando una E-Mail all’indirizzo [email protected] contenente una succinta descrizione della questione ed il Vs recapito telefonico.

Sarete ricontattati quanto prima.

La sede principale dello Studio Legale è in Napoli alla Via Guantai Nuovi 16

Tel. +39 081 4206164 –

Fax +39 081 0105891

Milano – Via Francesco Reina, 28

Tel. +39 02 87198398 

Fax +39 02 87163558

Brescia – Via Aldo Moro, 13 (Palazzo Mercurio)

Tel. +39 030 7777136 

Roma -Via Catone, 3, Via Peralba 5

Tel.  +39 0692927916

Mobile +39 340 5009682

E-mail:

[email protected]

posta certificata [email protected]

Per gli sfratti, le occupazioni abusive, i pignoramenti immobiliari e tutto il contenzioso immobiliare siamo domiciliati in tutti i capoluoghi di provincia operando in tal modo presso i Tribunali di tutto il territorio nazionale.

Avv. Edgardo Diomede d’Ambrosio Borselli

Iscritto “all’Albo Avvocati di Napoli

Studio Legale associato d'Ambrosio Borselli