Lesioni gravi sospeso il dimezzamento dei risarcimenti, le nuove soluzioni del governo esempi di quantificazione del danno risarcibile e il risparmio fiscale

Avvocato lesioni e danni, massimo risarcimento nel più breve tempo

Avvocato lesioni e danni, massimo risarcimento nel più breve tempo

Sappiamo che è di grande attualità la polemica sui risarcimenti delle lesioni fisiche da 10 a 100 punti di invalidità permanente.

 

Il problema nasce nell’estate 2011, allorchè il governo approvò lo schema di DPR (mai divenuto effettivo in quanto ancora non controfirmato dal Presidente della Repubblica) in attuazione dell’articolo 138 del codice delle assicurazioni (Dlgs 209/2005). tale  schema prevederebbe una tabella unica nazionale, in caso di sinistro, per uniformare i risarcimenti in tutto il territorio Nazionale.

La questione sul tavolo è che in realtà tale Tabella finirebbe in sostanza col dimezzare i risarcimenti effettivi!!

Non più di 3 mesi fa, infatti, si era scatenata la polemica a seguito dell’allarme lanciato dall’Associazione Vittime della Strada  che denunciava il Governo, allora presieduto dal Senatore Monti, che è stato ad un passo dal varare  il decreto attuativo della tabella unica nazionale (di cui all’articolo 138 del Codice delle assicurazioni private) con cui i risarcimenti per i danni più gravi, cioè quelli compresi tra i  10 e i 100 punti di invalidità, sarebbero stati ridotti in media di un buon 60%.

Lo scopo dichiarato è ovviamente quello di far scendere i costi della RCA. In realtà si tratta di una manovra della potentissima Lobby delle Assicurazioni volta ad aggirare la pronuncia della Cassazione (sentenza 12408 del 7 giugno 2011) che ha ritenuto di estendere a tutto il territorio nazionale gli elevati importi  previsti nella tabella del Tribunale di Milano, “frutto di scrupolosa elaborazione ed assiduo aggiornamento”.

Vediamo in concreto qualche esempio per quantificare un risarcimento com’è oggi e come sarebbe stato se, per fortuna, il decreto attuativo non fosse stato sospeso in attesa di interventi del nuovo Governo.

Se oggi ad esempio un ragazzo ventenne avesse un grave incidente, con lesioni fisiche intorno al 90%, che coinvolgano organi vitali, gli spetterebbe un rimborso estremamente consistente mentre con la riformulazione com’era stata ideata dal Governo Monti il tetto massimo dei risarcimenti, circa un milione e 200 mila euro, sarebbe stato ridotto addirittura a soli 680 mila  euro!!

Abbiamo dunque detto che per fortuna il Decreto “ammazza risarcimenti“ per il momento congelato, vediamo ora di capire cosa si prevede al riguardo per gli infortunati per gravi lesioni con i provvedimenti del nuovo Governo.

Gli ultimi aggiornamenti ci dicono che la discussione è in corso in Parlamento tra chi  (l’opposizione con le mozioni di Cinque Stelle, SEL, Fratelli d’Italia e Lega Nord) sta chiedendo  di adottare le ben più congrue tabelle del Tribunale di  Milano e chi (Pdl e Scelta Civica) ha presentato mozioni  volte a “contemperare anche le esigenze di calmierare i premi assicurativi“. Sperando che non arrivi il classico colpo di mano estivo della maggioranza, saremo vigili sull’argomento, come nostro costume, e vi terremo informati su ogni novità al riguardo.

Ad ogni modo Vi ricordiamo che questo Studio Legale con una storia di Avvocati da 5 generazioni (la lunga e prestigiosa storia dello studio è consultabile a questo link https://dirittoimmobiliare.altervista.org/lo-studio-avvocati-dal-1880/),  specializzato nel settore del Risarcimento Danni (con competenze specifiche in lesioni aggravate e responsabilità medica), consulente delle principali associazioni di consumatori nonchè considerata e temuta controparte, da oltre un secolo, dei più importanti gruppi assicurativi italiani (Milano, Axa, Unipol, Generali ecc.) può offrire ai propri assistiti quella competenza e soprattutto quella credibilità che consentono di raggiungere in  tempi ristretti delle eccellenti transazioni per risarcimenti di notevole entità  o  in mancanza (in rarissimi casi) delle decisioni giudiziali estremamente favorevoli!!

Se invece foste interessati all’altro campo di nostra specifica competenza, quello del risparmio fiscale immobiliare e voleste saperne di più sul risparmio di IMU ed IRPEF sugli immobili vi invitiamo a leggere l’interessante articolo cliccando questo link https://dirittoimmobiliare.altervista.org/risparmiare-le-tasse-sui-tuoi-immobili-in-affitto/

per  saperne sul risparmio anche della cedolare secca in caso di uso abitativo leggete questo articolo

https://dirittoimmobiliare.altervista.org/affitta-prima-il-tuo-appartamento-eliminando-limu-e-riducendo-la-cedolare-secca/

Chi volesse maggiori informazioni,  o avere una consulenza in studio o scritta può contattarci

Oltre che consulenze in studio offriamo la possibilità, per i non residenti in Regione, di consulenze in videoconferenza, di consulenze scritte per il singolo caso con indicazione delle possibili soluzioni, o infine una (economicissima) relazione scritta con le varie soluzioni possibili in astratto per chi volesse farsi un’idea preventiva delle possibili soluzioni contrattuali adottabili.

Per l’assistenza e la stipula di contratti siamo domiciliati anche a Milano, Roma e Brescia

La sede principale dello Studio Legale è in Napoli alla Via Guantai Nuovi 16

Tel. +39 081 4206164 – Fax +39 081 0105891   Mobile +39 340 5009682

Milano – Via P. Litta 7 Tel. +39 02 87198398 Fax +39 02 87163558

Brescia – Via Aldo Moro, 13 (Palazzo Mercurio)  Tel. +39 030 7777136 

E-mail:

[email protected]  [email protected]

posta certificata [email protected]

E’  possibile chiedere un Preventivo Gratuito, inviando una E-Mail all’indirizzo [email protected] Se è per una consulenza contrattuale relativa al risparmio fiscale la mail avente ad oggetto “richiesta preventivo” è preferibile contenga, gli estremi del proprietario (specificare se persona fisica o società), quelli dell’immobile (rendita e categoria catastale), il tipo di destinazione che si adatta all’immobile (abitativa, studio o negozio), lo stato attuale dell’immobile (libero o locato) e una succinta descrizione della questione.
Sarete ricontattati con una e-mail che vi indicherà, quantificandolo nel dettaglio, il possibile  risparmio fiscale o i tempi e costi del vostro sfratto (offriamo anche  la possibilità di sfrattare gratuitamente ai clienti che si affideranno allo studio per la stesura del nuovo contratto  e la ricollocazione dell’immobile liberato).

Per il risarcimento dei danni offriamo la possibilità oltre che di Preventivi e consulenze Gratuiti, di ottenere in alcuni casi, se i tempi si allungano, un anticipo di risarcimento attraverso una provvisionale, e se concordata offriamo la clausola del minimo risarcimento garantito, garantendo l’incasso dell’importo previsto in clausola al cliente comunque ed in ogni caso.

Avv. Edgardo Diomede d’Ambrosio Borselli

La sede principale dello Studio Legale è in Napoli alla Via Guantai Nuovi 16

Tel. +39 081 4206164 – Fax +39 081 0105891   Mobile +39 340 5009682

Milano – Via P. Litta 7 Tel. +39 02 87198398 Fax +39 02 87163558

Brescia – Via Aldo Moro, 13 (Palazzo Mercurio)  Tel. +39 030 7777136 

E-mail:

[email protected]  [email protected]

posta certificata [email protected]

*L’adesione gratuita alle clausole è subordinata alla sussistenza dei requisiti stabiliti per l’adesione a pagamento

One thought on “Lesioni gravi sospeso il dimezzamento dei risarcimenti, le nuove soluzioni del governo esempi di quantificazione del danno risarcibile e il risparmio fiscale

  1. Seguici anche si Twitter

Comments are closed.